Spazio PA

UIA - The Urban Lab of Europe - Call aperta fino al 31 GENNAIO 2019

L'iniziativa UIA - Urban Innovative Action ha lanciato il suo quarto invito a presentare proposte. L'invito è volto a fornire alle aree urbane di tutta Europa risorse per testare soluzioni nuove e non provate per affrontare le sfide urbane. Rimarrà aperto dal 15 ottobre 2018 al 31 gennaio 2019 alle 14:00 CET. Il budget per questa chiamata è di circa 80-100 milioni di EUR FESR.

Argomenti

Transizione digitale

La strategia del mercato unico digitale mira ad aprire opportunità digitali per le persone e le imprese e rafforzare la posizione dell'Europa come leader mondiale nell'economia digitale. Il mercato unico digitale dovrebbe contribuire con 415 miliardi di euro all'anno alla nostra economia e creare centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro. Lo sviluppo economico dei dati europei implica il lavoro sull'accesso e il trasferimento di dati generati dalle macchine non personali, sulla responsabilità dei dati, l'interoperabilità e gli standard. In una società digitale inclusiva i cittadini avranno le giuste competenze per cogliere le opportunità del mondo digitale e aumentare le loro possibilità di ottenere buoni posti di lavoro. Inoltre, la trasformazione digitale dei governi, compresa la fornitura di servizi pubblici come la salute, offre un'opportunità per servire meglio e interagire con i cittadini.

Sicurezza urbana

L'Unione europea mira a garantire che le persone vivano in uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia, senza frontiere interne. Gli europei devono sentirsi sicuri che, ovunque si spostino all'interno dell'Europa, la loro libertà e la loro sicurezza siano ben protette, nel pieno rispetto dei valori dell'Unione, incluso lo stato di diritto e i diritti fondamentali. L' agenda europea sulla sicurezzamira a rafforzare gli strumenti che l'UE fornisce alle autorità nazionali preposte all'applicazione della legge per combattere il terrorismo, la criminalità organizzata e la criminalità informatica, sulla base di principi quali la piena osservanza dei diritti fondamentali, trasparenza, responsabilità e controllo democratico, applicazione e attuazione degli strumenti giuridici dell'UE esistenti, ecc. Per quanto riguarda le minacce alla sicurezza pubblica, l'UE ha adottato un piano d'azione a sostegno della protezione degli spazi pubblici (COM (2017) 612.), che tra l'altro sollecita un'ulteriore cooperazione a livello dell'UE. Inoltre, un certo numero di direttive e convenzioni internazionali forniscono un quadro giuridico e politico per trattare tra l'altro norme minime in materia di diritti, sostegno e protezione delle vittime di reato (direttiva 2012/29 / UE) che stabiliscono norme minime in materia di diritti, sostegno e protezione vittime di reati,

A livello locale, la sicurezza urbana può fare riferimento a varie forme di criminalità (tra cui la tratta di esseri umani, la criminalità organizzata, la violenza sessuale, la violenza contro i gruppi vulnerabili e le minoranze, il vandalismo, la radicalizzazione violenta e il terrorismo, anche attraverso minacce sanitarie transfrontaliere) e mancanza di sicurezza effettiva o percepita. La definizione di minacce alla sicurezza urbana richiede una valutazione oggettiva e basata sulle evidenze delle vulnerabilità. Le autorità locali devono condurre questa valutazione attraverso la raccolta e l'analisi di dati qualitativi e quantitativi, in collaborazione con le parti interessate e le comunità interessate. Le proposte di progetto dovrebbero mirare ad affrontare queste vulnerabilità oggettivamente definite.

Uso sostenibile della terra, soluzioni basate sulla natura

La terra è una risorsa naturale limitata ed essenziale. È soggetto a pressioni concorrenti, ad esempio urbanizzazione, infrastrutture, aumento di alimenti, mangimi, fibre e produzione di carburante, mentre allo stesso tempo si prevede che la terra continui a fornire servizi ecosistemici chiave. Quasi 1000 km² di agricoltura o di terreni naturali scompaiono ogni anno nell'UE, poiché vengono trasformati in aree artificiali. Un maggior numero di terreni nell'UE risente sempre del degrado e di conseguenza i servizi ecosistemici vengono persi. Vi è un riconoscimento e una consapevolezza ben documentati che la natura aiuta a fornire soluzioni efficienti che utilizzano e implementano le proprietà degli ecosistemi naturali e i servizi che forniscono in modo intelligente, a volte "ingegnerizzato". Queste soluzioni basate sulla natura forniscono sostenibilità, costo-efficacia, alternative polivalenti e flessibili a supporto del raggiungimento di vari obiettivi. Lavorare con la natura, piuttosto che contro di essa, può ulteriormente spianare la strada verso un'economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, competitiva e più verde. Può anche aiutare a creare nuovi posti di lavoro e la crescita economica, attraverso la produzione e la consegna di nuovi prodotti e servizi, che valorizzano il capitale naturale anziché esaurirlo. In termini di pianificazione spaziale e periurbana, vi è anche uno sforzo crescente per ridurre al minimo l'ulteriore presa di terra e limitare, mitigare o compensare la tenuta del suolo. Ciò richiede allo stesso tempo un uso più efficiente della terra che è stata precedentemente adottata e il suo ripristino, soprattutto nell'ambiente urbano. Le linee guida con le migliori pratiche per ridurre l'impatto del sigillamento del suolo, pubblicate dalla Commissione, possono fornire ispirazione ai responsabili politici . Per contribuire a far fronte a tali sfide, varie politiche europee promuovono la protezione della terra e della biodiversità, lo sviluppo urbano sostenibile e il coinvolgimento delle parti interessate, come il settimo programma di azione ambientale, la strategia tematica dell'UE sul suolo , la strategia dell'UE sulla biodiversità e la strategia per le infrastrutture verdi . Molto recentemente, la Commissione ha anche adottato un "Piano d'azione per la natura, le persone e l'economia ", il cui scopo è quello di aumentare il contributo di altre politiche alla conservazione della natura. Nel quadro dell'Agenda urbana per l'UE, la partnership sull'uso sostenibile delle soluzioni basate sulla natura e la terra sta lavorando alla definizione di un piano d'azione.

Povertà urbana

Un obiettivo chiave della strategia Europa 2020 è ridurre il numero di persone a rischio di povertà o esclusione sociale di 20 milioni rispetto al 2010. In effetti la crescente povertà e la corrispondente disuguaglianza possono limitare fortemente lo sviluppo economico delle città. Può anche generare costi tra gli altri attraverso la produttività potenzialmente persa, l'aumento della probabilità di cattive condizioni di salute e minori risultati educativi. La concentrazione della povertà in alcune aree geografiche, in altre parole la segregazione spaziale, può creare un ulteriore ostacolo per le città. Un recente contributo è fornito dal piano d'azione dal partenariato dedicato dell'agenda urbana per l'UE.

  • 1
  • 2

Contatti

Piazza Duomo, 9 (c/o Provincia di Siena)
53100 SIENA (Siena)

Tel. +39 0577 241644

Centralino: Tel. +39 0577 2411 
www.terredisienalab.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PEC : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dati societari

Terre di Siena Lab Srl
Società soggetta a Direzione e Coordinamento dell’Amministrazione Provinciale di Siena.

Sede Legale: Piazza Duomo 9 - 53100 SIENA
Capitale Sociale € 107.168,76 i.v.
C. F./P. IVA e N° iscr. Registro Imprese di Siena: 01422570521
N°R.E.A SI-146.479

Dove siamo